Proof of Concept Program

Avviato il Programma di Proof of Concept per il 2020 con un finanziamento massimo che potrà giungere ad 1.000.000 di euro

Con la Disposizione n. 203/2019/PRES, il Presidente ha disposto l’avvio della seconda annualità del Programma di “Proof of Concept Program” dell'ENEA.

Cos'è il POC

Il Fondo PoC (Proof of Concept) dell’ENEA costituito per il triennio 2018-2020, è uno strumento che mira a ridurre il gap fra risultati della ricerca e applicazione industriale. Al fine di sostenere lo sviluppo di tecnologie con un basso grado di maturità tecnologica, misurabile nella scala TRL (Technology Readiness Level che va da 1 a 9), e di favorirne il trasferimento tecnologico verso l’industria, vengono rese disponibili risorse finanziarie a breve termine per realizzare esperimenti che dimostrino la fattibilità di una tecnologia o del concept di un prodotto, per:

a) costruire/migliorare un prototipo per prepararne la commercializzazione;
b) verificare la fattibilità commerciale o effettuare test per lo scale up;
c) dimostrare la mitigazione del rischio per un potenziale investitore/industria o licenziatario, nel caso esista un brevetto;
d) affrontare e superare uno specifico gap identificato dall’industria e che ne ostacola l’attrattività per gli investitori.


Come funziona

Le attività di ricerca dovranno essere svolte in collaborazione con un partner industriale che dovrà contribuire alle attività previste, da selezionarsi con avviso pubblico, sulla base di una manifestazione di interesse, comunque non vincolante per l’Agenzia.
La quantità di progetti finanziati dipenderà dal numero delle proposte finanziabili ricevute; il contributo complessivo ENEA non potrà comunque eccedere l’ammontare complessivo del Fondo che per il 2020 sarà di importo massimo pari a 1.000.000 di euro.
I progetti verranno selezionati attraverso un apposito bando rivolto ai Dipartimenti. Il secondo bando, a cura della Direzione Committenza, è stato diffuso con la Circolare n. 9/COM-INDAS del 24 giugno 2019.
Le Proposte di Progetto Sintetiche (PPS) dovranno essere presentate, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando interno utilizzando l’apposito format, alla struttura Dipartimentale di appartenenza del Proponente che provvederà a verificarne l’ammissibilità sulla base dei criteri indicati nel bando stesso. Eventuali collaborazioni interdisciplinari e interdipartimentali saranno valutate positivamente.
La tecnologia su cui si basa l’idea progettuale, protetta o meno da brevetto o altro titolo di proprietà industriale, non deve risultare licenziata, opzionata o comunque gravata da obblighi precedenti, come ad esempio una negoziazione in corso con un’industria. In ogni caso il titolo di proprietà industriale deve essere a piena titolarità ENEA o co-titolarità ENEA non inferiore al 50%.
Nel corso dell’ultima settimana del mese di agosto 2019 sarà pubblicato un Avviso Pubblico con il quale si richiederanno idonee manifestazioni di interesse da parte di imprese per le proposte progettuali raccolte.
I risultati ottenuti nel corso dei progetti approvati saranno interamente di proprietà ENEA. Il partner industriale potrà godere di un diritto di prelazione o di opzione di durata prestabilita per l’ottenimento della licenza esclusiva sui risultati ottenuti, in ragione dell’apporto fornito per il loro raggiungimento.
I finanziamenti PoC saranno gestiti allo stesso modo di quelli derivanti da un progetto finanziato da terzi e ciascun progetto finanziato avrà una propria commessa e il loro utilizzo dovrà rispettare le regole amministrative esistenti.

Bando interno PoC2020
Format Proposte di Progetto Sintetiche

Info e contatti proofofconcept




Proprietà Intellettuale e Brevetti

Proprietà intellettuale
Brevetti

Spin off

Spin off

Valorizzazione e Trasferimento

Valorizzazione e Trasferimento

Reti e Progetti

Reti e Progetti

Osservatorio

Osservatorio

Proof of Concept

Proof of Concept

NEWS

News

Archivio Eventi

Archivio eventi

Vecchio sito

Vecchio sito